Home » Consigli per preparare le Frise Pugliesi

Consigli per preparare le Frise Pugliesi

  • Angelo 

Farcite con verdure o pesce, le friselle sono un ottimo antipasto o piatto unico dai sapori mediterranei. Preparatele senza fatica con i nostri consigli!

Le friselle sono un piatto tipico della Campania e della Puglia, fatte con farina bianca o integrale, e condite con ingredienti semplici e genuini, come insalatine miste o pomodori, aglio, olio e basilico. Sono cotte due volte nel forno, e per questo sono biscottate: prima di mangiarle è necessario quindi ammorbidirle con un po’ di acqua. Gustose e veloci da preparare, necessitano di qualche attenzione perché il risultato sia perfetto. Vediamo insieme come fare per avere friselle stuzzicanti adatte a ogni momento della giornata, dal pranzo alla merenda alla cena.

Friselle, evitate l’effetto “inzuppato”
La frisella è cotta due volte e quindi si presenta dura e secca. Per poterla mangiare va bagnata con acqua, in modo che si ammorbidisca. Vietato però lasciarla in acqua perché così otterrete l’effetto zuppa di pane. Meglio quindi immergerla per pochi secondi in una bacinella con dell’acqua e poi levarla subito. La tradizione vuole che la frisella si bagnasse direttamente con l’acqua di mare, quindi se volete lo stesso effetto potete salare leggermente l’acqua.

Perfetti i sughi al posto dell’acqua
Se volete condire le vostre friselle in modo un po’ atipico, magari con un sautè di vongole, invece dell’acqua per ammollarle, usate il liquido rilasciato dalle vongole stesse: filtratelo, scaldatelo con un filo di olio e uno spicchio di aglio e poi versatelo con un cucchiaio sulle friselle. Finite il piatto con le vongole completamente sgusciate, e con una spolverata di pepe.

Condimenti freschi
I pomodori, i peperoni, i carciofi, i cetrioli: con qualunque verdura voi vogliate condire le friselle, la cosa importante è che siano fresche, preparate al momento. Quindi tagliate, condite e lasciate amalgamare bene tutti gli ingredienti, ma mai più di una mezz’ora prima, pena ritrovarvi verdure molli e cotte dall’olio, che hanno perduto per sempre la loro croccantezza.

Materie prime di ottima qualità
Come per la bruschetta, così anche per le friselle sono fondamentali le materie prime: la frisella, infatti, è una base da farcire con prodotti semplici ma di grandissima qualità. Proprio perché il pane ha un sapore neutro, gli altri ingredienti devono essere saporiti, dal gusto intenso e ben riconoscibile.

Vietato buttare acqua e semini del pomodoro
Nel caso usiate pomodori ramati per le vostre friselle, non buttate l’acqua e i semini dei pomodori quando li pulite e tagliate: potete usarli al posto dell’acqua per ammollarle. Un’altra alternativa all’ammollo è lo sfregamento di ogni metà di pomodoro sulla frisella, come si è soliti fare con l’aglio sulla bruschetta: in questo modo il pane si inumidirà senza inzupparsi e la frisella sarà ancora più gustosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.